giovedì 7 giugno 2012

Esaurimenti svedesi

Allora, ne avrei le balle piene... Di cosa? Di tutto. Di questo paese, della loro bellissima organizzazione, di come funziona tutto, della loro poca fantasia, e soprattutto della stagione che non arriva.

Non è possibile, sono ancora vestito come questo inverno (giuro ho i calzini GROSSI COSÌ)! Domenica faceva più freddo che a Natale!

Pazienza la primavera, che si sa è pazzerella, pazienza che faceva freddo ad Aprile. A maggio, proprio quando stavo per andare fuori di testa mi sono accorto che in laguna a Venezia correvano le barche dell'America's Cup. Se fossi stato lì avrei fatto delle gran belle foto... Che delusione! Il mio morale è andato ben al di sotto del seminterrato.
Allora che fai? Mangiati un gelato... si bravo, te lo mangi con la giacca vento addosso e controllando il cielo che non ti nevichi addosso... (ultima pioggerellina misto ghiaccio verso metà maggio).

E poi... poi è arrivato il caldo. Non più di 10 giorni eh che sennò fa male (bastardo) però caldo caldo, di quello vero. Sotto il mio ufficio, sull'argine, in pausa pranzo le ragazze prendevano il sole in bikini. E stava diventando anche pericoloso, se non fosse tornato il freddo sarei finito sotto una macchina o nel fiume.

Un giorno di sole (finalmete) decidi di portare i bimbi al parco alle giostre. Ma siccome questi qui sono svedesi di pachi in città non ne fanno uno o due, ne fanno trenta, e poi che nomi gli mettono? Tutti uguali, così anzichè andare al Folket Park siamo andati al Folk Parken e non abbiamo trovato le giostre.

Cazzo metteteci un po' di fantasia, chiamateli come i panini con i nomi italiani! Mafia, Parma, Italiano, Salamino... Così non si confonde nessuno!

Siamo andati a fare il barbecue in riva al lago, insieme ad un branco di italiani semi-svedesizzati. Non va bene diventare svedesi! Ve lo spiego in due parole.
Arrivi al lago e parcheggi, in italia ci sarebbe una strada dove tutti accostano e mettono la macchina alla meno peggio, qui no, c'è un parcheggio vero. Fortuna che almeno è gratuito.
C'è un grande cartello di legno con la mappa della zona e il puntino osso "Voi siete qui". A fianco c'è il distributore con le mappette di carta, sai mai che ti perdi intorno al lago (cazzo, al massimo farai il giro).
Poi vai a cercare gli altri che ovviamente essendo mezzi svedesizzati sono arrivati tutti in orario (noi siamo sempre in ritardo).
UN'ORA (60 minuti, con prole al seguito o in zaino) a piedi per raggiungerli, avevo trovato altri 10 posti validi lungo il tragitto.
Vai lì perchè è attrezzato ovviamente, c'è perfino il cesto con la legna già spaccata (c'è scritto di telefonare al comune quando finisce che passano a fare il refill, roba da matti, chissà cosa succederebbe in italia). Noi da bravi italiani abbiamo trovato anche le braci accese e ne abbiamo prontamente approfittato.

Ma poi, per aumentare adesso è GIUGNO cazzo! Faccio gentilmente notare che dobbiamo ancora iniziare a sfruttare l'abbonamento annuale per entrare al più grande parco faunistico/giochi della scandinavia (Kolmården), in quano non c'è stato il meteo adatto.

Tra un po' sarà Luglio, e dopo Luglio basta, torna il grigio e freddo autunno e si ricomincia.

Purtroppo l'italia non da segni di miglioramento anzi, fa solo tristezza a guardarla tra politicanti e disgrazie. Che si fa?

12 commenti:

Giulia ha detto...

Australia?? :P

Marilena Gironda ha detto...

Tante delle cose che ti mancano dell'Italia ti mancheranno ovunque. Io vivo in California quindi non posso assolutamente lamentarmi del clima, ma tutto il resto puo' valere anche per gli americani. Un clima migliore della Svezia si puo' trovare facilmente ma devi allontanarti dall Europa e poi succedera' che in Italia ci torni ogni 2 anni. Se vivere in Italia fosse facile saremmo tutti rimasti. Facciamo dei sacrifici per evitare che li facciano i nostri figli.

fox ha detto...

consolati, ok è diverso dalla svezia, ma anche qui in italia il tempo fa schifo....
piove tutti week end e il cambio dell'armadio io l'ho fatto ieri....
quest'anno stenta a decollare dappertutto....

Gio75 ha detto...

Ciao Marco,

Trovo che tra tutti i blog che leggo sulla Svezia tu sia l' unico che esprime con sincerità e schiettezza quello che provi nel bene e nel male.
Io sono convinto che vivere in "clima" e "temperature" vivibili sia un fattore importante per la vita di molti di noi. Il tempo in Svezia.... si sa.... lo scrivono tutti.... fa schifo e deprime.
Con le potenzialità che avete tu e Giulia perché non cercare altrove la felicità. Tu sei esperto informatico, lei medico. Se avete trovato lavoro in Svezia, lo troverete anche in altri stati europei e non.

Avete una marcia in più rispetto agli altri. Quando vi convincerete la userete a vostro favore.

Ciao

Giorgio

Ilaria ha detto...

Evviva evviva!! Sono contenta che non ci siano solo i post politically correct!! Non ne posso più del clima, mi faceva andare fuori di testa già mesi fa. Voglio le ciliegie e le fragole del mio giardino! E voglio la gente che mi dice quello che pensa e non quello che voglio sentirmi dire! Seguirà post sull'argomento! ;)

Mel Katt ha detto...

Non ti demolarizzare!Io vivo piu' a nord di voi e veramente qui l'estate non arriva quest'anno..4-5gradi..ma quando ci sono quelle giornate in cui il sole esce fuori dalle nuvole, allora mi sento estremamente fortunata a stare qui!sole caldo, cielo limpidissimo e aria pulita fresca!..ma forse io non posso commentare sul clima, dato che io adoro avere cappello, maglioni di lana tutto l'anno!
per il resto fregatene!l'organizzazione non e' che sia una brutta cosa, ma se nn vuoi essere in orario, fregatene,e da la colpa al sangue italiano! :-P

Alessandro e Ilaria ha detto...

Ciao Marco, mi ritrovo molto nei vostri post.
Io e mio marito con la nostra piccolina siamo arrivati in Svezia nemmeno tre mesi fa.
La nostalgia si sta facendo sentire ogni giorno di più.
Noi viviamo ad Eskilstuna e devo dire che 1° non siamo trattati molto bene, spesso veniamo derisi; 2° qui siamo gli unici italiani che io sappia, perciò siamo molto molto soli, solo noi 3 e i capricci della nostra monella!! Gli amici che d'estate a casa organizzano tante feste e manifestazioni ci mancano da morire!! Almeno tu li non sei solo dai, hai altre famiglie italiane con cui condividere le tue emozioni e i tuoi sentimenti!!
3° il tempo sta veramente rompendo! Quando decidemmo di trasferirci qui, pensammo: " beh dai almeno arriviamo là che dopo poco inizia l'estate e quindi sarà meno traumatico!!"
Perfetto....come dici tu non riusciamo ad abbandonare giacca e sciarpa!?!?
E quindi ogni momento penso alla mia cara,e in questo momento ferita, Emilia!

Ilaria

Marco ha detto...

Beh che dire, si lo so dovevo rispondere prima ma qua non c'e' mai tempo... hai presente quando mangi le cose a morsi, fredde, in piedi davanti la porta del frigo?

Un altro posto? E dove? Dall'altra parte del mondo? No grazie ragazzi, per quanto possibile vorrei restare a portata di mano. Vivendo qui è come se mi fossi trasferito a lavorare a Roma per dire... Pensaci, da fuori Roma (che se qualcuno non ti regala una casa vista Colosseo come fai a vivere in centro?) arrivi alla stazione Termni, poi pigli il FrecciaRossa verso Padova, poi pigli un autobus per andare fuori Padova... 5 ore come da qui... Fattibile con i bimbi.

E poi sinceramente ormai il nostro tentativo è questo, cercare una scorciatoia a metà strada sarebbe solo una perdita di tempo.

@Alessandro e Ilaria: beh dobbiamo trovarci!

Gio75 ha detto...

Marco... ad esempio la Svizzera. sei ancora più vicino a casa e il clima è senz'altro migliore. Leggendoti sembra tu sia rassegnato alla Svezia...

Marco ha detto...

Beh, cosa dire... A parte che la svizzera mi sta sul cazzo per motivi economico politici, e scusate il mio accento parigino.
Non cerco una scorciatoia a meta' strada, sarebbe una perdita di tempo.
Ormai siamo qui, ci abbiamo lavorato parecchio per spostare la famiglia, il nostro piccolo acrobata Rocket parla svedese ormai, ci siamo (quasi) ambientati del tutto.
Certo il clima fa cagare, ma la verita' e' che TUTTO IL RESTO ci va bene. Io sto benissimo qui, la mia non e' rassegnazione. Ci sto talmente bene che mi viene l'angoscia al pensiero di ritornare a vivere in italia dove sei schiavo della macchina e dello stato (a proposito, quest'anno pur non vivendo in quel paese pago 2000 euro di tasse).
Pero' ogni paese ha qualche difetto ecco... Pane al pane.

Gio75 ha detto...

Ciao Marco,

Allora buona permanenza...tra poco sarà tempo di comprarvi casa...quello si sarà un bel passo in terra svedese.

semplicemente a ha detto...

E organizzare un raduno estivo? Magari qui per non aspettare l'incontro autunnale. Mannaggia io sono sempre impegnata ma lasciamo che gli svedesi restino senza i miei ravioli per qualche giorno.