venerdì 20 maggio 2011

Gadget per medici in congedo parentale



Da un po' di tempo sono iscritta all'associazione medica svedese (Sveriges läkarförbundet), un organismo privato che agisce da sindacato oltre a curare diverse iniziative di formazione o aggiornamento professionale, supervisionare e valutare la formazione dei giovani medici e degli specializzandi ecc.
L'associazione assolve ad alcuni compiti che in Italia spettano all'Ordine dei Medici, tuttavia a differenza che in Italia l'iscrizione non è obbligatoria. Infatti qui spetta ad un organismo ministeriale, pertanto pubblico, assicurarsi che tutti i medici che esercitano nel Regno abbiano la competenza per farlo e rilasciare la relativa abilitazione professionale.
Questo tra l'altro evita una tipica assurdità italiana nella quale sono incappata io: essendomi cancellata dall'Albo in Italia (per non pagare una tassa costosa e inutile, visto che non lavoro più lì), non posso più neppure prescrivere gratuitamente un farmaco a mia nonna senza incorrere in un "abuso della professione medica", anche se le mie competenze mediche sono tali quali a prima!

Ad ogni modo l'iscrizione all'associazione medica svedese conviene per varie ragioni, tra cui il ricevere periodicamente un'ottima rivista con articoli scientifici, aggiornamenti professionali vari e dibattiti sul mondo della sanità.
Più mondanamente, mi è arrivato proprio oggi l'avviso è stata aperta una boutique on-line dove si possono acquistare diversi gadget con il logo dell'associazione. Si tratta si penne, tazze, felpe e cose simili, ma guardate cosa ho scovato qua:
Sulla confezione c'è scritto: in congedo parentale?
Sul ciuccio c'è scritto: dottore in crescita.
In basso sulla confezione c'è il numero dell'associazione al quale ci si può rivolgere per informazioni sul congedo parentale.

Scommetto che la Svezia è l'unico posto al mondo dove l'associazione dei medici vende ciucci per i figli dei suoi membri.
Che dite, lo compro per Martina?

3 commenti:

eugenio4 ha detto...

Ciao è da tempo che seguo il tuo blog e lo trovo molto interessante, anzi ci sono alcuni punti in cui mi fai morire dal ridere.
Ti volevo domandare una cosa: io sono un tecnico di radiologia e mi piacerebbe lavorare in svezia, conosci qualche associazione che mi potrebbe far fare qualche stage almeno per questa estate??
Grazie un bacione.

Eugenio.

Giulia ha detto...

Ciao Eugenio! Puoi provare a conattare la Svensk Förening för Röntgensjuksköterskor, associazione svedese infermieri di radiologia

http://www.swedrad.se/

purtroppo il sito è solo in svedese.
Un'alternativa è contattare direttamente qualche ospedale. Cerca il reparto di radiologia (röntgenavdelning) e scrivi una mail al responsabile (verksamhetschef).
Se per stage intendi frequentare gratuitamente, giusto per ""vedere che aria tira" durante le tue ferie, non ci dovrebbero essere problemi. Se invece vuoi venire su a lavorare devi prima ottenere il riconoscimento del tuo titolo di studio (trovi informazioni su www.socialstyrelsen.se).

In bocca al lupo!

lalaiza ha detto...

E' da tantissimo che non passo da qui! :D
Questa del ciuccio è fenomenale. Voglio vivere anche io in Sveziaaaaaaa :-(