domenica 26 agosto 2012

Non cambierà mai

Lo ammetto è un po' di tempo che non ho molte idee per il blog, o meglio magari ne ho, ma sono troppo forti e vengono autocensurate, oppure sono troppo blande e non raggiungono lo standard qualitativo che richiedo ai miei pezzi.

Comunque sia cerco di scrivere sempre qualcosa di allegro, o in chiave umoristica. Perchè mi piace, perchè mi diverte, perchè io nella mia vita di tutti i giorni non sono mai troppo serio.

Questa sera avevo messo in preventivo di sistemare un po' delle oltre 1000 foto fatte nell'ultimo mese (già scremate da quelle venute male). Oppure avrei voluto mettere un po' a posto un po' di playlist musicali in iTunes.
Tutte cose che ultimamente per un motivo o per l'altro ho tralasciato.

Beh, mi tocca tralasciarle anche questa sera. Perchè? Perchè ho i coglioni girati.

Allora, prima all'inizio dell'estate arriva un nubifragio sopra casa dei miei. Tipo piove per 3 ore di fila, cazzo sarà mai. Campodarsego, un comune del cazzo dalle parti di Padova, dove la posta te la consegnano una volta la settimana, perchè tanto sono contadini cosa vuoi non sanno nemmeno leggere...

Tre ore di pioggia, e si allaga tutto. Le fognature esplodono e l'acqua nera esce dai tombini normali... ?!?!? Ma comecazzo le avete fatte quelle fogne? Di merda. Ma il comune lo sa? Certo che lo sa. E non fa nulla? No, non fa nemmeno la manutenzione dei tombini perchè l'ha data in appalto.

I miei si trovano con il giardino e il garage allagati dall'acqua della fogna, potete immaginarvi il lavoro per sistemare dopo. Ma tanto che gliene frega? Sono in pensione, che lavorino un po', che gli fa bene.

Qui, giusto per tirarmela un po', tempo fa ho visto degli operai che sparavano acqua a pressione dentro i tombini. Li ho guardati mentre andavo in ufficio dicendomi "maccheccazzo fanno? Giocano con i fucili ad acqua col compressore? Ma siete deficienti?"
Quando mio padre mi ha detto della manutenzione dei tombini, ho capito... hai presente la lampadina che si accende? Facevano la PULIZIA dei tombini.

Sempre qua, è successa una cosa strana, a inizio agosto, mettono un foglio sulla porta, c'è scritto che siccome devonoabbattere un albero che sta sulla linea del tram, vicino ai cavi, per evitare interruzioni di servizio lo avrebbero fatto di notte, tra l'una e le 5 di mattina quando il tram non circola.
Un mercoledì notte, due boscaioli con motoseghe GROSSE COSÌ e svariati altri camion ruspe ecc. han tirato giù questi due alberi alti come un palazzo di 6 piani.

Alle 3 di notte, hai presente come sono andato in ufficio il giorno dopo? Uno zombie era più allegro. Sorvoliamo su come hanno reagito i bambini al dolce e melodioso suono delle motoseghe. Il motore di una Husqvarna non è proprio il canto di una Ferrari...

Ho pensato "a Padova avrebbero fermato il tram, non ci avrebbero pensato due volte". Dopotutto quante volte hanno asfaltato la strada dell'arcella in piena ora di punta bloccando la circolazione?

Quei due alberi che hanno tirato giù erano vecchi e malati e mezzi secchi. Erano pericolosi.

Alberi pericolosi. Mi viene in mente di un deficiente di amministratore locale, di non mi ricordo quale comune, che dopo che era caduto un albero dentro un boschetto selvatico, ha deciso che il boschetto andava messo in sicurezza, leggi tagliare tutti gli alberi livellare il terreno, seminare erbetta morbida e ripiantare alberelli da vivaio a distanza regolare. Bravo bella mossa. Andare a dare un'occhiata a vedere se gli alberi sono a posto ed eventualmente sistemare "solo quelli che ne hanno bisogno" pare brutto?
Ma tanto che gliene frega alla gente? Loro tanto mica vanno nel bosco, vanno nei centri commerciali per divertirsi. Gli auguro di vivere in un parcheggio, asfalto e cemento.

È un po' come tanti anni fa quel sindaco leghista (leggi un vero contadino ignorante) per salvare i giovani deficienti che il sabato sera si schiantavano in macchina a 100 all'ora sugli alberi, aveva fatto tagliare tutti gli alberi.
Se avessi dovuto circolare su quelle strade mi sarei sentito più al sicuro con gli alberi, almeno se c'era qualche deficiente in giro si sarebbe schiantato su di loro anzichè su di me...

Ora leggo, "Padova, zona Arcella, per il vento forte un albero cade su un auto, muore un cittadino romeno, ferita la moglie". Non gliene fregherà un cazzo a nessuno, come quando muore la gente dentro i sottopassaggi allagati. Tanto di solito sono solo poveracci che vanno al lavoro alle 6 di mattina. E questo era un romeno figurati.

Ma scommetto che a suo figlio di 7 (sette) anni gliene fregherà eccome di non avere più un padre.

E non mi venite a rompere con "è stato il destino, è stata un fatalità". Non si controlla il territorio, non si fa manutenzione del territorio, le infrastrutture vengono realizzate e lasciate a sè stesse.
I vostri amministratori se ne strafregano di tutto e di tutti, tanto la colpa non è di nessuno.

Comportamento da terzo mondo.

Tra una settimana vengo in italia, con tutta la famiglia questa volta. Ce ne andiamo un po' al mare, se il tempo è bello, se non lo è ci strafoghiamo di bignè alla crema e giochiamo a carte.

In realtà questa volta però non vengo con tanta allegria e sinceramente mi è anche passata la voglia.

E non è per questo ulteriore poveraccio romeno. Nemmeno per suo figlio. Non è nemmeno pertutti quelli che continuano a morire sul lavoro in modalità già viste (la classica cisterna con esalazioni...). È perchè da quando sono partito non ho visto nessun cambiamento in meglio in questo cazzo di paese. Non c'è speranza.

6 commenti:

Bruno ha detto...

No, non cambiera'. Non solo, sta pure peggiorando.
Quando lo facciamo presente, ci tocca sentirci dire che siamo dei comunisti-esterofili-atei perche', lo sanno tutti che tutto il mondo e' paese.

mezzatazza ha detto...

Veramente poco di allegro, in 'sto post.
Beh, pure io ho i coglioni girati per questo.

Giulia ha detto...

Bruno, ti sei dimenticato ..."e traditori della patria".

Marco ha detto...

@Bruno, si hai quasi centrato le cose che mi hanno detto oggi, come se il fatto che tutto il mondo è paese fosse una buona ragione per lasciare le cose come stanno e accontentarsi perchè "è sempre stato così".

Marco ha detto...

@mezzatazza: scusami ma per avere qualcosa di allegro da leggere dovrai aspettare un po'...

mezzatazza ha detto...

Beh mi ha fatto ridere il contrasto tra l'esordio di post e il resto, azzeccatissimo.
Ho letto anche il post successivo e penso che chi ha la coda di paglia faccia poi presto a offendersi, pur non avendone reale motivo.
Anche io, nonostante l'insoddisfazione e le frustrazioni, sono talmente italiana che mi schiero sempre e comunque dalla parte di 'sto paese senza senso.
Almeno con i sentimenti :)